L’Animatore sociale si occupa di organizzare, promuovere e gestire interventi finalizzati allo sviluppo e la valorizzazione delle potenzialità delle persone, mediante attività di carattere educativo, culturale e ricreativo, che attivano processi di partecipazione sociale, nonché di prevenzione della marginalità, dell’alienazione e della devianza.

Il Corso ha l’obiettivo di formare persone capaci di promuovere i processi di attivazione del potenziale ludico, culturale e relazionale sia a livello individuale che di gruppo fornendo concetti di base circa la pedagogia generale, la psicologia e l’approccio interculturale. Saranno, inoltre, affrontate le tematiche connesse ai processi di comunicazione.

Con questi strumenti didattici acquisiti l’animatore sociale potrà promuovere lo sviluppo della crescita personale, dell’inclusione sociale dei soggetti, oltre che definire gli interventi più appropriati nel campo educativo, sociale e culturale in relazione ai bisogni ed alle esigenze, promuovendo momenti di animazione, comunicazione interpersonale e dinamiche di gruppo.

 

MACROPROGRAMMA:

• Comprendere bisogni ed aspettative del tessuto socio-culturale di riferimento
• Decodificare il contesto sociale, attraverso l’osservazione delle risorse esistenti
• Definire le caratteristiche delle attività di animazione
• Identificare il sistema di reti relazionali e strutturali di tipo socio-assistenziale, esistente e potenziale
• Individuare le diverse tipologie di utenza dell’area di intervento
• Attivare sulla base di indicazioni di contesto relative ai principali bisogni e target – le caratteristiche generali dell’offerta di servizi di animazione (sociale, educativa, ludico-culturale) e definire la modalità di rilevazione degli specifici fabbisogni, finalizzate alla progettazione esecutiva.